Affrontare un decesso: differenti situazioni

Ci sono diverse procedure da conoscere nel momento in cui una persona cara viene meno. La situazione è differente in base a dove avvien il decesso e occorre fare delle differenze tra l’ospedale o simili e casa. Esistono poi situazioni più particolari legate a un decesso fuori casa e addirittura all’estero.

In ospedale o strutture simili

Spesso i decessi avvengono in ospedale o strutture para ospedaliere simili come cliniche private, case di riposo, residenze per anziani etc. In questo caso, il personale medico sa già che cosa fare. La famiglia viene avvista del decesso e va in ospedale per attendere la constatazione del decesso. Il battito deve restare a zero per venti minuti perché si possa considerare un decesso. La famiglia contatta l’agenzia di onoranze funebri Monza perché si occupi di ritirare il corpo e iniziare con l’organizzazione del rito funebre.

A casa

Nel momento in cui il decesso avviene in casa, è leggermente più complicato. Se il decesso è già avvenuto non serve a nulla chiamare l’ambulanza dell’emergenza medica. Quello che si deve fare è contattare il medico di famiglia che ha il compito di accertare il decesso. Contestualmente si deve chiamare un’agenzia di onoranze funebri Monza anche se non si sono previ accordi. Dopo che il medico ha constatato il decesso. Gli addetti delle pompe funebri ritirando al slama a la portano presso la camera ardente dove il corpo verrà preparato per i funerali. I famigliari fornirono un abito elegante e si stabiliscono alcuni dettagli come il luogo e la data dei funerali.

Altri casi particolari

Se il decesso dovesse avvenire fuori dal Comune o fuori regione, è necessario chiamare anche i carabinieri perché diano il nulla osta per il ritiro della sala. Più si è lontani da casa, più la situazione diventa complicata. Un decesso all’estero in un paese dell’Ue è più agevole rispetto a un decesso in un paese extracomunitario dove occorre mettersi in contatto con l’ambasciata per predisporre il rientro a in patria della salma.