Amianto: le sue principali caratteristiche

L’amianto in passato veniva spesso utilizzato per via delle sue caratteristiche. Era soprattutto il settore edile a farne più largo utilizzo e di seguito si può capire facilmente il perché. Oggi l’asbesto, altro nome dell’amianto, è vietato e chi dovesse trovare dei manufatti sospetti deve chiamare per lo smaltimento amianto Asti e il conferimento negli appositi centri.

Poco costoso

Uno dei maggiori vantaggi legato all’uso dell’amianto  era il suo basso costo. Era infatti un prodotto poco costoso che aiutava a tenere sotto controllo i costi dei cantieri edili. Dato che era un prodotto molto economico, ha reso l’amianto molto diffuso e, purtroppo, la maggior parte degli edifici realizzati ante anni 90 contiene parti in amianto. Non solo edifici, ma anche ponti, viadotti, strade, pavimentazioni, rivestimenti. etc.

Isolante

Una delle caratteristiche principali dell’amianto è legato alla sua capacità isolante. Tante volte si utilizzavano nelle costruzioni pannelli in amianto perché capace di isolare e impedire la dispersione di calore. Oggi chi dovesse ancora avere pannelli di questo tipo deve avviare adeguate operazioni di smaltimento amianto Asti per evitare il rischio di esposizione.

Ignifugo

Le proprietà dell’amianto non sono mica finite poiché è anche ignifugo. Significa che le fibre di amianto non prendono fuoco. In caso di incendio, l’asbesto non crea nuove fiamme, ma anzi aiuta tenerle sotto controllo poiché non è combustibile. Il fatto che sia ignifugo consentiva anche una grande partiticità di manipolazione e lavorazione, limitando al massimo il rischio di incendi.

Resistente alle intemperie

La resistenza dell’amianto alle intemperie è massima e quindi è un prodotto che non si deteriora per effetto di pioggia, sole etc. Si tratta di un prodotto quasi indistruttibile e quindi, in caso di ritrovamento, lo smaltimento amianto Asti deve esser molto preciso. I prodotti pericolosi come l’amianto possono essere trattati solo da alcuni, cioè quelli iscritti all’albo. Chi si occupa di tali operazioni poi deve conferire l’amianto, e altri eventuali rifiuti pericolosi, presso le discariche abitate al trattamento degli inerti.