Saldature elettriche a resistenza: che sono e a che servono

Pur semplificando molto, la saldatura elettrica a resistenza è una tecnica di saldatura impiegata soprattutto per i metalli che richiede l’utilizzo della corrente elettrica – come suggerisce la stessa espressione – e che consiste nel creare una sorta di dissipazione di calore tra le due parti da saldare in modo che queste ne risultino alla fine “fuse”. Perché relativamente facile da realizzare, anche con l’utilizzo di attrezzi dall’uso domestico, e perché resistente a lungo nel tempo è un tipo di saldatura molto utilizzata, anche in contesti abbastanza diversi tra loro. Proviamo a capire, allora, cosa serve per saldare a resistenza, che oggetti si possono saldare effettivamente e che precauzioni e accortezze serve assumere.

Tutto quello che c’è da sapere sulla saldatura elettrica a resistenza

Innanzitutto, chi voglia realizzare delle saldature elettriche a resistenza dovrebbe dotarsi di oggetti come delle puntatrici. Ne esistono in commercio di diverse gamme: dalle più professionali, di grandi dimensioni e che possono essere sfruttate per saldare letteralmente oggetti di tutte le dimensioni e di diversa natura, a quelle più piccole, compatte e con performance e funzioni limitate ma non per questo non ideali per un utilizzo domestico e da parte di principianti. Scegliere tra una puntatrice e un’altra, come sempre del resto quando si tratta di oggetti e accessori per il fai da te, potrebbe non essere semplice: per questo la prima cosa da fare è analizzare le proprie esigenze reali. Alcune caratteristiche che rendono un attrezzo come questo per la saldatura elettrica a resistenza migliore degli altri sono, però, la presenza di dispositivi di sicurezza o di un display che permetta di regolare parametri come la tensione, il tempo d’azione, eccetera.

Per passare, invece, a oggetti e materiali che possono essere saldati a resistenza, la lista potrebbe essere anche molto lunga. Dalla carpenteria leggera all’attezzatura medica, passando per il mobilio, come già si accennava, tanti sono infatti i campi e le occasioni di applicazione di questa tecnica di saldatura, che si rivela tra l’altro molto funzionale in tutti i casi. Le uniche precauzioni da prendere sono saldare preferibilmente oggetti fatti dello stesso materiale e che non risultino rovinati dalla ruggine, per esempio, oltre a scegliere la tensione giusta.